LABORATORIO 4: La narrazione diacronica

Durante la lettura del libro “Stelle di cannella” (vedasi il laboratorio metacognitivo) si è tenuto conto, come spiegato nella fase del laboratorio di lettura, di ogni elemento della narrazione: personaggi, eventi storici, evoluzione della narrazione. Quest’ultimo aspetto ha richiesto particolare attenzione.
Leggere non è solo un processo di decodifica, come descritto nel laboratorio 1: è una narrazione che attuiamo noi stessi, determinando significati che vanno oltre alla fredda stesura di parole.
Se da un lato era necessario definire l’evoluzione del racconto, abbiamo pensato che fosse importante integrare la fredda evoluzione degli eventi con le situazioni che ci hanno maggiormente colpito. Ne è nato uno schema a blocchi, diacronico, contenente riferimenti cronologici, un breve riassunto degli avvenimenti del capitolo, un brano che, nel capitolo, ci aveva maggiormente colpito.
E’ stato un processo reciprocamente arricchente, fornendo evidenza delle diverse interpretazioni che il testo generava nei diversi lettori (io e mia figlia). Non ci siamo sempre trovati concordi, ad esempio, su quale punto fosse più rappresentativo della situazione.
Lo schema così realizzato si è dimostrato utile per un rapido richiamo dei contenuti del libro e dei suoi protagonisti.

LABORATORIO METACOGNITIVO: LA RAPPRESENTAZIONE INTERNA DEL TESTO
LABORATORIO 1: La lettura
LABORATORIO 2: La progettazione
LABORATORIO 3: Il potenziamento lessicale
LABORATORIO 4: La narrazione diacronica
LABORATORIO 5: La ricerca storica
LABORATORIO 6: Il linguaggio simbolico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu
Accessibility